I 50 anni di Aldo Russo nell’AIA

5  122 62 1 2 3 4 8 9 10 11

 

 

A pensarci bene se osserviamo bene l’acronimo AIA, possiamo immaginare una terna: le “A” gli assistenti e la “I” la figura dell’Arbitro. La terna è la squadra, la condivisione, l’aspetto umano ed associativo della nostra associazione. Oggi la squadra si è estesa a quarto uomo e addizionali. A Pisa la squadra arbitrale è composta da 250 associati; questo è dimostrato in ogni occasione accada un evento associativo. L’ultima di queste occasioni è stata la festa di Gesualdo – per gli amici Aldo – Russo per i suoi cinquant’anni nell’associazione, che si è tenuta Sabato 26 e Domenica 27 a Sassano (SA), il suo paese di origine, proprio dove cinquant’anni fa Aldo inizio’ a calpestare i campi di calcio in veste di Arbitro. A partecipare sono stati numerosi associati accorsi per l’occasione: Carlo Fiaschi, Michele D’Alascio, Maurizio Maristella ed Agnese Sisia, Michele e Carlotta Chericoni, Alberto Catastini.   Aldo nasce arbitralmente parlando a Battipaglia (SA) dove ha sostenendo gli esami del corso Arbitri, per poi trasferirsi a Pisa come studente universitario.   La sua carriera vede protagonista come Arbitro alla “CAD” dal 1974/75 e alla “CASP” 1976/77, come Osservatore alla CAN D dal 1992/93 e alla CAN C dal 1996, ed a livello dirigenziale si registrano la nomina di componente Commissione nazionale Comunicazione e Marketing e successivamente di componente CRA Toscana responsabile Osservatori dal 2009 al 2011.   Aldo continua ininterrottamente a seguire gli Arbitri pisani, formandoli eticamente e tecnicamente, grazie alla sua profonda esperienza, serietà e passione.   La squadra degli Arbitri non è solo quella che scende in campo per dirigere gli incontri, la squadra è la Sezione che fa attività e condivisione in ogni occasione ne offra occasione.   A breve qualche foto della festa di Aldo..