I PROMOSSI 2014

Felicissimo il Presidente degli Arbitri pisani a.b. Carlo Fiaschi che annuncia gli associati promossi alle categorie nazionali, come consueto ormai alle porte di una ulteriore nuova stagione sportiva.

 

Ad essere promossi sono stati:

 

Paolo Braccini, cinquantunenne avvocato pisano, che e’ riuscito nel sogno di chiunque intraprenda questa passione, ovvero arrivare in serie A in qualunque modo, da Arbitro, Assistente oppure Osservatore. Paolo e’ stato promosso infatti in CAN A in qualita’ di osservatore, mettendo la ciliegina sulla torta alla sua splendida carriera da osservatore e rendendo orgoglioso ogni associato pisano di averlo come collega.

Braccini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Alberto Catastini, ventisettenne pisano laureato in Scienze Motorie e laureando in Infermieristica, che inizia solo un anno fa l’avventura di Arbitro a livello nazionale e con un anno di CAI (Commissione Arbitri Interregionali) riesce subito a distinguersi, facendosi apprezzare per le sue doti e qualità tecniche utili per farlo proporre al passaggio per l’organico degli Arbitri a disposizione della CAN D.

10371906_10154208244900494_8126522019449428302_n

 

 

Marco Tedesco, ventiquattrenne siciliano laureato in Fisioterapista, che mette in pratica l’esperienza maturata nelle due stagioni trascorse arbitrando alla CAI affinando le qualità tecniche per mettersi in luce per conquistare la fiducia del designatore che lo ha proposto alla CAN D.

Tedesco

 

 

Maurizio Sisia, cinquantaduenne pisano Vigile per la Polizia Municipale, che viene considerato Osservatore capace di valutare con precisione la prestazione degli Arbitri  CAI tanto da essere proposto per la categoria superiore, dopo due stagioni condotta ad alti livelli e con grandi risultati apprezzati dalla commissione responsabile.

 

Sisia

 

 

 

 

 

 

 

 

Michele Chericoni, trentottenne assicuratore pisano, promosso anch’egli dalla CAI alla CAN D in qualita’ di Osservatore arbitrale viste le capacita’ di apprezzare le doti o le manchevolezze di un Arbitro e di intuirne la futuribilita’; Michele siamo sicuri che si confermerà anche nella nuova categoria, grazie alla sua esperienza pregressa di Arbitro ad alti livelli.

Chericoni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giuseppe Vingo, ventitreenne campano studente di Ingegneria, transita nell’organico degli Arbitri della CAI dopo aver arbitrato a disposizione dell’organo tecnico regionale gare di Eccellenza a grandi livelli in questa ultima stagione sportiva: per lui inizia l’avventura a livello nazionale con l’augurio che possa confermare quanto già dimostrato finora.

Vingo

 

 

Giovanni De Santis, trentaquattrenne molisano consulente informatico, che fino a ieri e’ stato osservatore degli Arbitri toscani di Promozione ed Eccellenza nei campi della Toscana, e che dalla prossima stagione si confronterà con Arbitri provenienti da tutta Italia sui campi di tutto il territorio nazionale, essendosi distinto per le sue capacita’ tecniche e meritando cosi la promozione alla CAI.

 

De Santis

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giovanni Gasparri, trentunenne siciliano laureato in tecniche audioprotesiche, che si è distinto nelle scorse ma soprattutto nella scorsa stagione sportiva per le ottime prestazioni arbitrali nelle gare da lui dirette di Calcio a 5 toscane, dove ha saputo far emergere l’esperienza di arbitro di Promozione ed Eccellenza accumulata nel passato e maturazione sul piccolo rettangolo di gioco del presente. Giovanni transita nell’organico degli Arbitri della CAN 5, dove ci auguriamo possa ancora stupirci.

Gasparri

 

 

 

 

 

 

 

 

Si tratta di otto bellissimi esempi di atleti e non atleti che investono su loro stessi ogni giorno, ottenendo incoraggianti risultati. Si tratta di ragazzi capaci di fare proprio questo stile di vita, piu’ che sport, facendosi travolgere dalla grande passione arbitrale che li accomuna. Si tratta di alcuni esempi dei tanti ragazzi della “R. Gianni” di Pisa, che si distinguono non solo per doti e capacita’ tecniche, ma anche comportamentali e associative, basti pensare che quattro di loro fanno parte del Consiglio Direttivo Sezionale.

Si tratta del presente e del futuro di una forte Sezione, dal passato e dalla gloriosa storia che continuamente si rinnova.

 

Gli otto promossi di quest’anno vanno ad aggiungersi al già nutrito organico di Arbitri, Assistenti ed Osservatori a livello nazionali, come l’ariete della Sezione Stefano Liberti che colleziona una presenza in Serie A ed è tuttoggi ai vertici dell’AIA visto che è a disposizione dell’organico degli Assistenti della CAN B; Lorenzo Bertani ed Antonio Giua che con merito sono stati riconfermati nel ruolo ottenuto solo un anno fa di Arbitri della CAN PRO e che sono chiamati ad eguagliare e migliorare le soddisfacenti prestazione ottenute fino ad oggi nella prima categoria utile del professionismo calcistico; Paola Devilla, unica rappresentante femminile di questo gruppo di nazionali ed unica assistente pisana a disposizione della CAN D che sta per iniziare la sua avventura in qualità di secondo anno in categoria; gli osservatori a disposizione della CAN D Marco ScarsellaCarlo Marrocco Carlo Lazzeroni, chiamati anche loro a replicare l’ottima annata appena conclusasi; Ferri Fabrizio che ha concluso una annata ad alti livelli alla CAI che per poco non ha portato la Sezione pisana ad avere il nono promosso; Mario Baglivo, osservatore da un anno alla CAN 5, ottimo osservatore, come già ottimo Arbitro è stato nella medesima categoria (ha arbitrato persino una finale di Coppa Italia della massima serie del Calcio a 5); Salvatore Giannini, ottimo Arbitro della CAN 5, valutato ed apprezzato dalla commissione per le sue capacità, l’esperienza e le doti comportamentali indiscusse; Gennaro D’Oriano, brillante rappresentante del Beach Soccer, vanto della Sezione pisana. che annuncia gli associati promossi alle categorie nazionali, come consueto ormai alle porte di una ulteriore nuova stagione sportiva.

 

E’ giusto salutare anche chi è arrivato alla fine della sua esperienza da nazionale: tre sono infatti gli addii e tutti per limiti di permanenza nel ruolo. Saluta infatti la Serie A dopo 8 anni l’osservatore Marco Landucci che ha collezionato tra le varie soddisfazioni personali anche vari premi nazionali tra cui il Premio Nazionale “Vito Crimi“, destinato al miglior Osservatore arbitrale della C.A.N. – A, per la stagione sportiva 2010/11. e designazioni di altissimo spessore tecnico come derby della madonnina e varie tra le classiche della massima serie, e in Serie D dopo 3 anni hanno terminato la loro grande avventura Arcangelo Vingo e Daniele Palla i quali si sono distinti in tutto il territorio nazionale, grazie alle loro capacità di Arbitro e di Assistente Arbitro rispettivamente, dirigendo gare di alto livello di difficoltà e riuscendo nella difficile impresa di essere considerati per nome e non solo per numero.