Torneo “Muttini”. Amara sconfitta.

AMARA SCONFITTA a cura di Michele Chericoni.

 20 giugno 2015 – Memorial “E. Muttini”.

IMG-20150620-WA0007

E’ già passato un anno e siamo chiamati a Carrara per difendere il trofeo conquistato lo scorso anno. Torneo che ci vede primeggiare da ormai tre edizioni tanto che addirittura le cronache locali ci dedicano un titolo….la vera notizia sarebbe se Pisa non vincesse.

Ma come al solito, mentre gli altri ci temono, noi facciamo di tutto per andare con la formazione piu’ rimaneggiata possibile…13 giocatori per un torneo in cui le altre Sezioni si presentano col numero massimo possibile (20!!!).

Appuntamento alle 7.30 al solito scaramantico ritrovo e non appena Tenuta si degna di arrivare (7.50!!) via si parte alla volta del Nuovo Covetta dove ci aspetta il consueto girone di ferro con Carrara (finalista dell’ Aulisa), Genova e Valdarno.

Si sa che questo torneo ci trasforma in leoni e così nonostante una secca sconfitta nella terza partita con Genova (ormai ininfluente) vinciamo il girone grazie alle vittorie con Carrara (Mannocci, Palermo) e con Valdarno (D’Angelo).

Il solito pranzo da atleti e via con le sfide a briscola, tresette e scala 40 alla ricerca della migliore concentrazione per affrontare Pistoia che per un gol preso ad 1 minuto dalla fine nell’ ultima partita del girone perde il primo posto a favore di Lucca.

Poco importa…per vincere il torneo dobbiamo batterle tutte!!!

Pistoia non e’ neanche lontana parente della sterile formazione che ha giocato l’Aulisa e schiera il suo giocatore più forte sul quale mister Sisia predispone un’asfissiante marcatura dell’ostico Macca, ma nonostante tutte le attenzioni con uno splendido tiro da fuori Pistoia passa in vantaggio gia’ al 5′ del pt.

Ma la squadra e’ viva e macina gioco prendendo l’assoluto predominio territoriale che ci porta al meritato pareggio a tre minuti dalla fine dopo lo “spettro” di una traversa clamorosa di D’angelo finalmente ribattuta in rete da Veli.

Sono i calci di rigore a sorriderci, grazie al tiro decisivo di Palermo e al solito Argiolas che soffia fuori ben due calci di rigore avversari. E’ la quarta finale consecutiva!!!

La finale e’ di nuovo con Genova come quattro anni fa, con la squadra che nel girone ci ha battuto ed abbattuto (per i numerosi calci che ci ha rifilato). Loro sono in venti abbastanza freschi noi tredici e sfiniti dalla stanchezza. Ma la grinta che mettiamo in campo non ha limiti, tutti stringono i denti e fanno più del massimo per cercare di centrare il poker. Arbitra l’espertissimo Vinciguerra padrone di casa cinquantenne con un invidiabile stato di forma e un’innata passione per l’arbitraggio (ce l’avessero certi nostri ragazzi rimasti a casa!!!).

Come sempre la gara la conduciamo noi e li pressiamo nella loro metà campo, ma complice i crampi che ormai ci affliggono non riusciamo a creare azioni pericolose e così sull’unica distrazione difensiva, da un calcio di punizione sulla tre quarti prendiamo un assurdo gol di testa.

Siamo convinti e determinati a recuperare e per quanto possibile diamo più del massimo giocando veramente bene ma incredibilmente il pallone non vuol saperne di entrare. Per di più all’ultimo secondo dei tre minuti di recupero concessi ci viene negato un rigore che purtroppo solo l’ottimo Vinciguerra non vede perché concentrato su un altro contatto in area (il calcio che riceve Veli lo hanno sentito anche da Pisa!). Siamo Sconfitti.

Pazienza quest’anno doveva andare così – non si può’ sempre vincere – sconfitta Amara, Amara sconfitta non tanto per come avvenuta sul campo ma per il fatto che su circa 40 elementi che gravitano nell’ ambito della squadra  a fatica Maurizio e’ riuscito a trovarne 13 per un torneo dove la data era nota da oltre tre mesi….se non si riesce a prendere un impegno con così largo anticipo la faccenda si fa preoccupante… per non parlare poi di coloro che dalla Sezione si aspettano tanto  ma a queste iniziative non partecipano mai pensando solo di avere il diritti e mai un dovere morale verso chi a queste iniziative partecipa con entusiasmo sacrificando affetti e impegni pur di non mancare. Un tempo in Sezione usava dire: “carote finite”, ma  per queste trasferte non bastava un bus per andare!!!

IMG-20150620-WA0006                                      IMG-20150620-WA0010

Un elogio grandissimo e un grazie  ad Argiolas (miglior portiere di calcio a cinque) che con grande dedizione e spirito di squadra si e’ prestato a difendere la porta in assenza dei veri titolari, a Macca, Tenuta (non in perfette condizioni), Covassin e capitan Di Pace  che hanno retto stoicamente la difesa affondando i colpi al bisogno, a Veli, Del Seppia, Mannocci (e’ abbonato a questo torneo) che hanno illuminato il gioco a centrocampo, a D’angelo e Biagi che hanno tenuto in apprensione le difese avversarie prendendo una quantità infinita di calci, Palermo e Ajovalasit che dalla panchina hanno saputo dare il proprio contributo per far rifiatare i compagni. Un pensiero anche a Maurizio che come sempre ha saputo ottenere il meglio dalla squadra e a Candiano valido accompagnatore (sara’ colpa sua se non abbiamo vinto???) e a Carlo unico tifoso in tribuna insieme alla fidanzata di Tenuta!!! Bravissimi tutti!!!

IMG-20150620-WA0003                                        IMG-20150620-WA0011

Dulcis in fundo un pensiero speciale per Catalano, che ha giocato la sua ultima gara con la squadra perché in procinto di trasferirsi di nuovo nella sua Sicilia post laurea (in bocca al lupo!!!), spesso oggetto di simpatiche prese in giro da parte di tutti ma veramente elemento importante per la squadra e per il gruppo….sempre presente alle iniziative della Sezione, sempre pronto ad arbitrare, ha dimostrato un attaccamento alla Sezione non comuni tanto che non sembra esagerato l’accostamento a due pilastri del passato (Franzese e Licitra). Speriamo che tu mantenga la promessa di venire di tanto in tanto a trovarci!!!

IMG-20150620-WA0005